Il Coronavirus e le relative misure restrittive stanno causando tante limitazioni. Una delle più evidenti è quella sullo sport, sia quello di vertice, sia quello quotidiano della maggior parte delle persone.

La maggior parte degli sportivi sono disorientati da tanto allarmismo mediatico e insicuri sulle precauzioni esatte da prendere.

ENDU, il sito sportivo degli eventi, è stato tra i primi ad affrontare l’argomento, ad esempio con l’intervista con il Prof. Carlo Federico Perno (Ordinario di Microbiologia e Virologia dell’Università di Milano e Direttore del Dipartimento di Medicina di Laboratorio all’Ospedale Niguarda) che ha dedicato un’ora del suo prezioso tempo per rispondere a delle importanti domande.
Ha senso paragonare il nuovo coronavirus all’influenza? Infettarsi e ammalarsi sono la stessa cosa? Perché il tasso di mortalità del circa 2% associato al COVID-19 sarebbe un dato da ritenersi sbagliato? È sicuro partecipare agli eventi sportivi fuori dalle zone considerate a rischio? Come avviene il contagio
Il Prof. Carlo Federico Perno cerca di fare chiarezza sui principali dubbi in questa intervista

È intervenuta anche la Federazione Medici Sportivi Italiani, con una serie di accorgimenti e indicazioni che potete trovare qui sotto da scaricare

Scarica il documento della FMSI

Inizia la chat
Hai bisogno di aiuto?
Ciao,
come possiamo aiutarti?